The Inquirer

Articolo originale Imprimir  | Stampare Imprimir


Novembre 2008

I documenti sono i dati più preziosi per gli italiani

Per francesi, tedeschi e spagnoli, più importanti le foto.

Quando un pc “muore” quali sono i dati che gli utenti vogliono recuperare a tutti i costi? Per gli italiani ed i portoghesi “sono i documenti di office, rispettivamente con un 72,78% ed un 62,50%, mentre le fotografie si attestano al secondo posto con un 46,15% in Italia ed un 40% in Portogallo. Al contrario, in Spagna (49,48%), Francia (60,63%) e Germania (68,63%) i dati più importanti da recuperare sono le fotografie piuttosto che i documenti di office”.

Così scrive Giuseppe D’Annunzio, di Recovery Labs, azienda che si occupa di recupero dati, cancellazione sicura e perizia informatica, che ha elaborato uno studio - che ha visto coinvolte più di 1.700 persone tra Italia, Spagna, Portogallo, Francia e Germania - per stabilire quali fossero le informazioni più preziose per i suoi clienti.

Nella ricerca un dato curioso riguarda la posta elettronica: le e-mail - che infatti spesso si accumulano nella cartella di posta in arrivo fino a limite consentito dal provider -  non sembrano essere cosí preziose, per gli utenti di e cinque paesi in questione. In Italia “solo il 10,06% le indica come le più importanti da recuperare, percentuale lontana da quella che a priori ci si aspettava e superata anche dal 26,63% dei file multimediali”.
Infine i documenti meno importanti , agli ultimi posti in tutti i paesi, sono i file di disegno, database e di programmi di contabilità: “la loro perdita non sembra preoccupare eccessivamente gli utenti interpellati”.



Recupero Dati